Come scegliere il giusto distruggidocumenti

By | May 10, 2015

È chiaro che un distruggidocumenti non si acquista tutti i giorni e proprio per questo motivo è ancora più difficile addentrarsi nella giungla delle caratteristiche tecniche. Oggi è molto importante per aziende e privati proteggere dati sensibili da occhi indiscreti. La guida seguente dovrebbe servire come strumento di orientamento per fare luce sui criteri più importanti al fine di scegliere il giusto distruggidocumenti.

Come scegliere il Distruggidocumenti più adatto alla tua azienda

Quanto devono essere piccoli i frammenti?

Quando si parla di sicurezza di un distruggidocumenti, si intende quanto piccolo deve essere tagliato un documento. Più piccole sono le singole parti, più è difficile che il documento venga ricostruito e quindi più sicura risulta la distruzione dei dati.

La norma DIN 32757-1 divide le grandezze di taglio in sei livelli di sicurezza. L’importante è ricordare che il livello 1 è il meno sicuro e il livello 6 il massimo livello di sicurezza. Le dimensioni di taglio della macchina dipendono dalla tecnica di taglio impiegata. Di base si distinguono due tipi di taglio: il taglio a strisce e il taglio in frammenti.

I distruggidocumenti di livello di sicurezza 1 e livello di sicurezza 2 tagliano circa 36 strisce per un documento A4. Questi modelli sono ancora molto apprezzati, poiché sono in genere più economici, però sono principalmente indicati per documenti che non contengono dati sensibili. Il livello di sicurezza 3, circa 312 frammenti per foglio A4, è il migliore da utilizzare sia casa che in ufficio. Il livello di sicurezza 4, circa 421 frammenti per foglio A4, è indicato per la distruzione di documenti confidenziali, rendendo difficile assemblare il documento dopo la distruzione. Il livello di sicurezza 5, circa 2000 particelle per foglio A4, e il livello di sicurezza 6, circa 6000 particelle per foglio A4, sono necessari per distruggere documenti altamente confidenziali e segretati rendendo i file virtualmente impossibili da assemblare.

Dimensione del distruggidocumenti: qual è la più adatta?

Quali debbano essere le dimensioni di un distruggidocumenti dipende dal consumo di carta e dall’uso personale che si fa della macchina. La risposta a questa domanda è molto importante, in quanto si rischia di dovere vuotare il contenitore di raccolta dieci volte al giorno o, al contrario, di acquistare un distruggidocumenti che occupa metà della stanza. Una possibilità consiste semplicemente nell’osservare in un determinato giorno la quantità di carta gettata via e in base a questo stimare un consumo. Ogni distruggidocumenti ha indicata la quantità di fogli di carta triturata entrano nel contenitore di raccolta e  la capacità di taglio, ossia il numero di fogli che è possibile triturare in una volta. Se si utilizza il distruggidocumenti di frequente, come es. in ufficio, è utile una potenza maggiore di tipo 10/12 fogli. A casa, dove si hanno più raramente fogli da distruggere, una capacità di 5/8 fogli è sufficiente.. Conoscendo il proprio consumo, la scelta diviene molto semplice!

Questione di gusto

Tante volte nella vita si fanno delle scelte non solo per ragioni oggettive, ma anche spesso per questioni di gusto. La stessa cosa accade con un distruggidocumenti. Accanto alle motivazioni razionali, come sicurezza e grandezza, nella scelta di un prodotto hanno un ruolo importante anche le preferenze personali, quali caratteristiche o aspetto esteriore.

I distruggidocumenti hanno oggi numerosi accessori che si dimostrano più o meno utili in base alla situazione.

L’optional più frequente è un’impianto di taglio separato per i CD e a volte anche per i dischetti. Questa caratteristica si dimostra di solito molto utile, in quanto capita di tanto in tanto di avere CD che si desidera distruggere prima di gettare via. Il bello di avere un impianto di taglio separato è che solitamente anche la raccolta dei rifiuti è divisa. Ciò vuol dire che carta e CD vengono raccolti separatamente e quindi riciclati senza problemi nel rispetto dell’ambiente.

L’aspetto che dipende maggiormente dal gusto personale è senza dubbio il giudizio sul design. Il distruggidocumenti deve essere in armonia con il resto dell’arredamento della stanza, in quanto non capita mai di comprare prima un distruggidocumenti e poi di adattare l’arredamento di conseguenza. Cosa si intona meglio alla tua stanza, lo puoi giudicare solo tu.

Notizie correlate

It's only fair to share...Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *